Seleziona Pagina

Pay by link, cos’è e come funziona l’eCommerce senza sito

Pay by link, cos’è e come funziona l’eCommerce senza sito

Il pay by link non è altro che quello che dice il suo nome: un link che porta il cliente ad una pagina per effettuare a distanza il pagamento del prodotto.

Tutto qui?

Sì, tutto qui. La semplicità del meccanismo è, infatti, anche la sua forza: consentire al venditore di ricevere pagamenti a distanza in tempi rapidi, con modalità semplici e sicure e senza necessità di avere un proprio sito eCommerce né di installare nuovi hardware, ma, tuttalpiù, scaricando un’app.

Pay by link: come funziona

Il funzionamento, come si diceva, è tanto semplice quanto immediato: il venditore può trasmettere al proprio cliente, attraverso il mezzo scelto (e-mail, sms, messaggi WhatsApp, Telegram, Instagram ecc.), un link che porterà ad una pagina dove inserire i dati della propria carta per effettuare il pagamento, che avverrà come su qualsiasi sito di eCommerce. Lo stesso potrà avvenire anche tramite la scansione di un QR code da parte del cliente.

Il servizio è collegato al POS ed è offerto da molti fornitori di servizi di pagamento digitali, tramite l’iscrizione ad uno specifico portale o un’app (qui per esempio la proposta di NEXI e le relative modalità di funzionamento).

L’utilizzo da parte del venditore è altrettanto semplice: dovrà solo inserire l’e-mail del cliente, l’importo da pagare e un riferimento o causale dell’acquisto. Potrà poi scegliere, per ogni transazione, se generare un link oppure un QR Code. Solitamente sia il link che il QR code hanno una validità di poche ore.

Il sistema, quindi, può agevolmente essere utilizzato anche per pagamenti contestuali, ma mostra tutti i suoi vantaggi nei pagamenti a distanza.

Ricevere pagamenti a distanza senza bisogno di un sito

È chiaro, quindi, che il sistema del pay by link è particolarmente appetibile per commercianti di piccole o medie dimensioni che vogliono vendere anche a distanza senza fare investimenti in siti di eCommerce, sottostando alle relative regole informative, oppure che non vogliono inserire il proprio prodotto in altre piattaforme digitali o siti marketplace.

Il cliente, infatti, potrà effettuare l’ordinazione del prodotto per telefono (ad esempio ordinando delle pizze) e pagare semplicemente fornendo al venditore la propria e-mail. Quest’ultimo invierà il link e riceverà il pagamento. Avrà poi di questo immediata conferma, come consentono di fare i sistemi attualmente offerti.

Il cliente potrà effettuare le ordinazioni anche tramite la pagina social del negozio, oppure inviando un messaggio elettronico o anche un sms, con le stesse modalità appena viste.

Insomma, un sistema comodo per chi vende e comodo per chi compra: il negoziante riceve il pagamento in tempi brevi, senza bisogno della presenza del compratore in negozio, e quest’ultimo riceve a casa quello che ha ordinato, ma può anche andarlo a ritirare in negozio.

Pagare alla consegna ed incassare un acconto o una caparra

Tra le applicazioni del sistema pay by link rientra anche quella del pagamento alla consegna. Infatti, nel caso in cui il prodotto non sia già stato pagato al momento dell’ordinazione, il cliente dovrà semplicemente scansionare il codice QR sul dispositivo del corriere e procedere al pagamento con la carta.

Questo consente di usare il pay by link anche per il pagamento di prestazioni di servizi: dall’idraulico, all’elettricista, al tecnico della stampante, il cliente dovrà semplicemente scansionare il QR code e potrà, comodamente, pagare con carta di credito.

Un altro uso al quale il pay by link si presta perfettamente è il pagamento di un acconto o una caparra, nei casi in cui il cliente intenda pagare al momento della consegna del prodotto o della prestazione del servizio. Si pensi al caso della prenotazione di un soggiorno in albergo: al momento della prenotazione, il gestore della struttura potrà inviare al cliente il link per effettuare il pagamento della caparra, mentre il prezzo sarà versato, com’è consuetudine, all’arrivo dell’ospite in struttura oppure al termine del soggiorno.

Ordinazioni vocali e recupero del cliente

Il sistema del pay by link non si limita a quanto visto, ma ha infinite potenzialità.

Si pensi per esempio agli acquisti compiuti tramite altoparlanti intelligenti (smart speaker con Alexa o Siri): effettuato l’ordine vocale, all’utente arriverà direttamente un’e-mail già contenente il link per effettuare il pagamento.

Un’altra grande opportunità per il commercio sta nel “recupero” dei clienti. Si pensi al cliente che, giunto in negozio, non trovi il prodotto desiderato. Il venditore potrà, col suo consenso, inviargli in un secondo momento un’e-mail, comunicandogli che il tostapane del colore che voleva o le scarpe della taglia che non aveva trovato sono ora disponibili, inserendo contestualmente il link per effettuare il pagamento.

Ma non solo. Si pensi alla vendita di prodotti all’aperto, in occasione dei mercatini nelle piazze o nelle strade, oppure alle vendite di prodotti effettuate a domicilio (aspirapolvere, pentole o cosmetici) ed ancora alla raccolta di donazioni da parte di enti no profit, magari tramite il proprio banchetto all’aperto.

Pay by link, proximity commerce e click & collect: digitalizzazione degli acquisti sotto casa

L’utilizzo del pay by link si colloca nel contesto di una sempre maggiore integrazione tra strumenti digitali e piccole realtà e produzioni locali che, come sappiamo, sono l’inimitabile ricchezza del nostro Paese.

In questo senso, rientra a pieno titolo in quegli strumenti di digitalizzazione degli acquisti dai negozi sotto casa, insieme al proximity commerce e a fianco del click & collect, nuovi modelli di business dei quali abbiamo parlato qui.

Rispetto al proximity commerce, il pay by link è il fratello minore: come il primo, consente di pagare a distanza il prodotto scelto anche da un negozio che si trova sotto casa.

In combinazione con il click & collect, poi, consente, di pagare immediatamente l’ordinazione effettuata a distanza, per poi recarsi a ritirare il prodotto in negozio in un secondo momento.

Le opportunità del pay by link

Come visto, oltre agli aspetti pratici, dotarsi di un sistema pay by link consente di adattare la propria attività commerciale tradizionale alle esigenze del nuovo mercato. Il cliente è ormai abituato a ordinare a distanza, pagare con strumenti digitali e ricevere i prodotti a casa. Questo rischia di privilegiare i grandi player del mercato elettronico a scapito delle realtà medio piccole. Ecco perché il sistema del quale parliamo può essere sia un modo per effettuare consegne in luoghi via via sempre più lontani dalla propria sede, sia per recuperare un cliente che abita a 500 metri ma preferisce ordinare da Amazon e ricevere a casa.

Oltre a ciò, l’utilizzo di strumenti di pagamento digitale è destinato a crescere esponenzialmente. Ci troviamo infatti nel bel mezzo di una massiccia spinta ad effettuare i pagamenti con strumenti digitali, sia da parte dell’Europa che del Governo italiano, con il recente piano cashless e cashback.

Il pay by link è, insomma, un primo conveniente passo verso la digitalizzazione della propria attività commerciale, che potrà poi gradualmente proseguire con la creazione di un proprio sito o il posizionamento su una o più piattaforme marketplace.

Circa l'autore

Carlo Baggio

Coordinatore area eCommerce
Laureato all'Università di Padova, avvocato dal 2017, mi sono specializzato con un tirocinio presso la Corte d’Appello di Venezia nelle materie del risarcimento del danno extracontrattuale e delle locazioni. Mi occupo principalmente di diritto di famiglia e delle successioni, oltre a proprietà, comproprietà e condominio.

Archivi mensili

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER